Disinfestazione Cimici A Roma

Ultimamente la cimice dei letti (Cimex lectularius) sta aumentando la sua fastidiosissima presenza in alberghi, locande, pensioni, bed and breakfast e mezzi di trasporto pubblico. Negli ultimi 6-8 anni si è assistito ad una recrudescenza di questo infestante urbano anche nelle città sviluppate industrialmente.

Ma perché dobbiamo far fronte a questo fenomeno che sembrava sconfitto negli anni ’50? Lasciamo che un esperto in biologia ci dia risposte accurate ed esaurienti.

Facciamo al responsabile di una delle più grandi ditte di disinfestazione cimici a Roma, domande interessanti sul fenomeno.

Perché nel 2014 dobbiamo ancora combattere le cimici dei letti?

Il ritorno delle cimici dei letti non è assolutamente un fenomeno da additare alla scarsa igiene o alla noncuranza degli abitanti di un edificio. Ci arrivano ogni giorno segnalazioni di infestazioni di cimici dei letti da parte di strutture moderne e pulite, nonché di abitazioni sane con condizioni igieniche ottimali.

La cimice dei letti è attirata dal calore e dall’anidride carbonica emessa dai nostri corpi. In questi anni stiamo assistendo ad un ritorno incontrollato delle cimici dei letti dovuto in special modo alla globalizzazione.

La velocità degli spostamenti di cose e persone facilitano l’ingresso di questi infestanti nelle nostre città. L’immigrazione ma anche i viaggi in posti esotici sono tutti fattori che concorrono al ritorno delle cimici nel nostro paese.

Le cimici dei letti viaggiano insieme a noi, nelle nostre valigie e sui nostri indumenti, e noi non ce ne accorgiamo. Anche l’import/export di mobili orientali e capi di abbigliamento esteri promuove la movimentazione di questi insetti.

Infine il surriscaldamento globale ha influito sulla moltiplicazione di questo infestante. Il freddo rigido in passato contribuiva a decimare le popolazioni di cimice dei letti.

Come comportarsi quando vengono rilevate le cimici dei letti?

Sos Cimici dei Letti la Parola al BiologoSicuramente non occorre allarmarsi. Le cimici dei letti si possono eliminare con una disinfestazione cimici e, sopratutto, oltre a dolore cutaneo ed irritazione non veicolano malattie gravi.

Studi recenti hanno rivelato tecniche per evidenziare la presenza delle cimici anche prima dell’infestazione, e aspetti riguardanti la biologia di questi parassiti molto interessanti.

Anche se le cimici del letto hanno sviluppato una forte resistenza a molti tipi di DDT e di prodotti affini con composti detti piretroidi, noi esperti abbiamo sperimentato valide tecniche per eliminarle.

 

Con una combinazione di ispezioni mirate ed un uso intelligente di tecniche sul mercato della disinfestazione, ci si può liberare dalla cimice del letto. Tuttavia un loro ritorno è sempre possibile poiché siamo noi inconsapevolmente i vettori responsabili, perché magari ritorniamo da un viaggio.

Esistono raccomandazioni per evitare un’infestazione di cimici?

Sos Cimici dei Letti la Parola al BiologoEvitare del tutto un’infestazione di cimici non è possibile, tuttavia ci sono numerose precauzioni che potete adottare onde evitare il diffondersi di questi insetti in casa vostra.

Ad esempio quando rientriamo da un viaggio sarebbe saggio non portare subito la valigia in casa, ma lasciarla per qualche giorno in macchina, magari al sole.

Quando il sole batte su un’automobile la temperatura interna può superare i 50°, questa condizione può essere letale per eventuali cimici annidate nelle nostre valigie.

Anche quando frequentiamo un locale infestato da cimici dovremmo mettere i nostri abiti in una lavatrice/asciugatrice ad alte temperature.

Come possiamo difenderci da una potenziale infestazione da cimici?

Una prevenzione vera e propria non esiste, nel senso che non possiamo fare riferimento a vaccini o a prodotti che evitano l’infestazione. L’unica prevenzione siamo noi ma dobbiamo modificare alcune abitudini.

Esattamente cosa dobbiamo modificare?

Dato che la cimice si stabilisce dove si dorme è qui che dobbiamo agire. Per esempio togliere la carta e la stoffa da parati, togliere i battiscopa di legno, evitare letti con doghe. Insomma la regola generale è eliminare quanto più possibile rifugi per le cimici.

E così si eliminano le cimici?

Assolutamente no. L’infestazione è sempre possibile, ma almeno renderemo la vita difficile alle cimici

Cosa ci può dire della criodisinfestazione con azoto liquido?

La criodisinfestazione è una delle metodiche non inquinanti ed è questo quello che affascina, ma purtroppo pur distruggendo le uova è parzialmente risolutiva.

Le spiego il perché. Le cimici depositano le uova in più colonie che non sempre è possibile scoprire dove sono, inoltre si nascondono in fessure o buchi anche piccoli che non sono visibili all’uomo e quindi irraggiungibili.

E se sfugge una sola cimice il problema non è risolto. Inoltre le ninfe che sono minuscole camminano sulle pareti e con la crio non possono essere uccise perché la crio ha un’azione puntiforme e non di superficie.

E’ come un colpo di fucile colpisce dove viene puntata e quindi va bene per gli angoli per i bordi ma non per disinfestare superfici. Io utilizzo la crio solo quando sono certo del risultato e mi creda questo avviene in una percentuale molto ma molto piccola.

L’ideale sarebbe utilizzare ambedue le tecniche, ma ciò risulterebbe costoso. Attualmente la soluzione chimica è quella che garantisce la migliore garanzia di successo e poi oggi si possono utilizzare prodotti biologici a basso impatto ambientale e meno inquinanti dei precedenti prodotti.

 

Per maggiori informazioni su una disinfestazione cimice dei letti o una disinfestazione cimici verdi contattateci senza impegno!