Disinfestazione Cimici A Roma

La cosiddetta cimice dei letti, è una tipologia di cimici, chiamata per l’appunto con questo nome per via dell’ habitat lei molto favorevole che ha incontrato presso le nostre abitazioni, sopratutto nei materassi e nei cuscini. La cimice dei letti è un insetto parassita ematofago(cioè che si nutre di sangue di altri animali a sangue caldo), prevalentemente notturno; infatti durante le ore di luce le cimici sono perlopiù in inattività, attivandosi invece alla ricerca di cibo durante le ore notturne.

La cimice dei letti è stata l’animale infestante più diffuso fino agli anno ’40 del XX secolo, per poi quasi scomparire ed essere dimenticato. Infatti negli ultimi decenni si ritrovavano colonie infestanti di questo insetto solo in case rurali e presso luoghi tenuti igienicamente in modo poco corretto e molto frequentati da varie tipologie di persone (Ostelli, camping, alberghi etc.).

Sembra che questo sia dovuto non solo al benessere e quindi al maggior igien dell’ambiente in cui si dorme, ma sopratutto grazie all’introduzione del DDT e alla conoscenza portata alle persone riguardo il ciclo vitale, le malattie e il modo di cui sbarazzarsi di questo parassita. Ultimamente però, dall’anno 2000 in poi s’è riscontrata una netta ricomparsa e diffusione nel mondo di questo animale.

Sicuramente, il riscaldamento centralizzato negli edifici, la globalizzazione (e quindi maggior interscambio di merci e persone anche con le zone più rurali del pianeta) e la bioresistenza che ha sviluppato questo parassita, sono causa considerevoli del suo ritorno nelle nostre abitazioni. La cimice dei letti non è portatrice di malattie pericolose, ma comunque andrebbe evitato il contatto con essa poiché il morso risulta comunque molto fastidioso.

Cimice dei letti: ciclo vitale

La cimice dei letti ha un ciclo vitale che inizia con la deposita dell’uovo, 5 stadi larvali, e si completa con l’esemplare adulto. A temperatura ottimale di 30° centigradi, lo stadio da uovo a età adulta dura circa 24 giorni. Una volta divenuti adulti sia gli esemplari maschi che gli esemplari femmine si nutrono di sangue. La femmina però è una gran procreatrice; infatti tende ad accoppiarsi dopo ogni pasto, e circa dopo 3 giorni depone 2 o 3 uova. Ogni femmina nella sua vita depone dalle 200 alle 300 uova.

Effetti del morso della cimice dei letti

Morso della Cimice dei LettiDi per sè la cimice dei letti non è portatrice di malattie particolari ne tanto meno pericolose, perlomeno le razze presenti in Europa e nel nostro territorio. Il morso della cimice dei letti è usualmente caratterizzato ma un arrossamento cutaneo e molto prurito. I sintomi possono manifestarsi subito come dopo alcune ore.

 

La particolarità della cimice dei letti, che anche se vi è presente un solo esemplare (posa più unica che rara) sarà difficile notare sul proprio corpo un solo morso; di solito, segno particolare che contraddistingue il morso di questo parassita è una serie di 3-4 punture poste quasi in linea retta.

In alcuni rari casi è stata riscontrata qualche reazione allergica al morso della cimice, ma perlopiù avviene in persone malate di patologie che intaccano il sistema immunitario indebolendolo. Alcune razze di cimice dei letti presenti nel’entroterra delle steppe asiatiche è portatrice di infezioni più rare, ma riscontrare la presenza di questa tipologia di cimici è molto improbabile.

Il vero problema della cimice dei letti è che un animale molto infestante, difficile da debellare e sopratutto se non viene eseguita una disinfestazione professionale in tempi rapidi, la convivenza con esse può prolungarsi per molto tempo.

Cimici dei letti: come eliminarle

In caso la vostra abitazione sia infestata dalle cimici dei letti, prima di tutto bisogna non farsi prendere dal panico. Chiamare un esperto significa identificare sia proprio la cimice dei letti ad infestare le vostre case, e non un’altro insetto, sbagliando così tipologia di comportamento da adottare. Una volta identificato con estrema sicurezza il problema, bisogna considerare che il metodo migliore per eliminare la cimice dei letti è eliminare e disinfettare il posto in cui vive.

Certo, questo non significa che dobbiate eliminare tutti i materassi, ma dovete fare un’accurata ispezione in tutta la casa. In caso sia infestata una stanza, non spostare oggetti da essa e non andare a dormire su altri letti. Esistono in commercio svariate tipologie di insetticidi vendibili in farmacia. Bisognerà con molta cautela, prendendo le giuste precauzioni, vaporizzarli per la casa, prestando attenzione a materassi, fughe tra le mattonelle, e spazi e crepe nei muri, o tra i muri e il battiscopa.

Una volta vaporizzato il prodotto, fare un’accurata pulizia, possibilmente con un vaporizzatore. C’è un’unico problema! Gli insetticidi non professionali in commercio, non eliminano le uova, quindi in caso di infestazione di cimice dei letti è sempre consigliato chiamare un professionista per una soluzione rapida e definitiva del problema.

Se siete di Roma o provincia, potete chiamare noi, che con il nostro team di operai specializzati, e le tecnologie più all’avanguardia del settore, vi aiuteremo a risolvere il vostro problema definitivamente, in breve tempo e con la garanzia di un risultato ottimale!